ESAMI FINALI – Scuola Internazionale di Comics

Ecco la seconda storia, tratta da una sceneggiatura originale di Angel (IDW) con protagonista Spike, che presenterò all’esame di martedì 17. Date un po’ un occhiata a cosa succede quando Los Angeles sprofonda all’inferno… ringrazio David Messina per l’utilissima supervisone del lavoro!


SEI UN VERO PUGLIESE SE…

Sei un vero pugliese (o ti trovi in Puglia):
– quando la mattina vai a fare colazione al bar e spendi meno di un euro;
– quando ti lamenti sempre del tuo paese, ma se sei fuori città lo vanti come se fosse il “Paese delle meraviglie”;
– quando, se sei uno studente fuori sede, fai colazione al bar e ti lamenti del fatto che assieme al caffè non ti hanno portato il bicchiere d’acqua per sciacquarti la bocca;
– quando vai a farti una pizza con gli amici e il ristorante ti offre il giro di limoncello gratis;
– se, pur vivendo da dieci anni nella Capitale (o al Nord), non hai perso una virgola del tuo meraviglioso accento;
– se sai come si cucina riso, patate, cucuzz’ e cozze;
– se parcheggi la macchina da un abusivo senza che il fatto ti crei problemi;
– se almeno una volta alla settimana hai una voglia matta di mangiare il crudo di mare;
– se nel cibo metti quintalate di aglio, prezzemolo, pane grattuggiato (saratìzz);
– se d’estate, settimanalmente, vai sul litorale adriatico con sedie e tavolini e organizzi delle abbuffate all’aperto
– se ogni amico lo chiami con ” ‘Mba ” prima del nome di battesimo, e gli sconosciuti li chiami esclamando “Capo!!!”;
– se speri in un qualsiasi miracolo;
– se cerchi lavoro e, non trovandolo, continui a vegetare a casa dei tuoi;
– se ami così tanto il mare che, in sua assenza, te lo sogni di notte;
– se credi che la precedenza ce l’ha chi se la prende;
– se pensi che i semafori siano inutili e che si debba dare più fiducia ai guidatori;
– se ami le chiese, le basiliche e i palazzi antichi della parte vecchia del tuo paese;
– se hai visitato tutti i capoluoghi di provincia della tua regione;
– se riconosci dall’odore il perido della vendemmia e/o della spremitura dell’olio;
– quando incontri fuori sede un tuo corregionale, ci fai amicizia in 2 minuti e vi raccontate pure i peli del culo della vostra vita, ricordando con nostalgia le giornate al paese;
– quando ti mangi le vocali (letteralmente);
– se ridi anche nelle situazioni drammatiche tirando su il morale alle persone;
– quando esclami “Prendimi il coso!!!” e, come pugliese, non ti capisce nessuno;
– se d’estate vai al lido del tuo paese, anche se il mare è radioattivo;
– se vai al mare con lo scooter 50, pur sapendo che dovrai percorrere dai 6 ai 30 km, andata e ritorno;
– se non accetti la Lega Nord e il suo perenne stato di erezione;
– se almeno una volta al giorno ti viene da cantare in dialetto, su ritmi Hip-hop o Reggae;
– se in estate, la prima volta che ti esponi ai raggi UVA, ti ustioni volontariamente perché vuoi abbronzarti in fretta;
– se vai fiero della tua terra, del luogo dove sei nato, del mare e della buona cucina, del sole che riscalda anche d’inverno, dell’ospitalità della gente e di tutti i pregi e difetti che la rendono una terra splendida e unica;
– se dopo aver letto questo Post non vedi l’ora di commentare, per esprimere da pugliese (o non pugliese) il tuo giudizio.

ORGOGLIOSI DI ESSERE PUGLIESI!!!

Walterinho ’08